Drop Down MenusCSS Drop Down MenuPure CSS Dropdown Menu

Richiesta di preghiere

* * * * *

Per la Richiesta di Preghiere è possibile da oggi utilizzare il MODULO che si trova qui a sinistra.

Le intenzioni saranno oggetto della preghiera comunitaria durante l'incontro del
Gruppo di Preghiera Regina della Pace ogni Giovedì.

* * * * *

giovedì 9 giugno 2011

Messaggio a Mirjana del 2 giugno 2011

«Cari figli, mentre vi invito alla preghiera per coloro che non hanno conosciuto l’amore di Dio, se guardaste nei vostri cuori capireste che parlo di molti di voi. Con cuore aperto domandatevi sinceramente se desiderate il Dio Vivente o volete metterlo da parte e vivere secondo il vostro volere. Guardatevi intorno, figli miei, e osservate dove va il mondo che pensa di fare tutto senza il Padre e che vaga nella tenebra della prova. Io vi offro la luce della Verità e lo Spirito Santo. Sono con voi secondo il piano di Dio per aiutarvi affinché nei vostri cuori vinca mio Figlio, la Sua Croce e Risurrezione.  Come Madre desidero e prego per la vostra unione con mio Figlio e con la sua opera. Io sono qui, decidetevi! Vi ringrazio!».

Ascolta la lettura del messaggio



Fonte: Regina Mundi

Commento di Padre Livio al messaggio del 2 giugno 2011

Questo messaggio, come avrete subito notato, riecheggia in un certo senso il messaggio dato il 25 maggio attraverso la veggente Marija, ed è rivolto a quelli che hanno risposto alla chiamata. Nel messaggio del 25 maggio la Madonna ha detto: Bussate alla porta del mio Cuore, ma senza speranza e senza preghiera, nel peccato e senza il Sacramento della Riconciliazione con Dio. Lasciate il peccato e decidetevi, figlioli, per la santità, cioè la Madonna si rivolge proprio a quelli che hanno risposto alla chiamata, a tutti quelli che sono lì fisicamente e a quelli che sono lì idealmente e dice: “non c’è la devozione e l’amore per Me non ha consistenza se voi non lasciate il male, non lasciate il peccato, se non aprite il cuore all’Amore di Dio”, cioè senza conversione non c’è autentica devozione.
Questo era il messaggio che la Madonna ha dato il 25 maggio.
Oggi la Madonna ripete il medesimo concetto e, come sapete, il 2 del mese la Madonna scende sulla terra e con Mirjana e con tutti noi prega per tutti coloro che non hanno conosciuto l’Amore di Dio.
Ma la Madonna si rivolge adesso proprio ai presenti sia fisicamente che idealmente e dice: “se guardaste nei vostri cuori capireste che parlo di molti di voi, cioè - molti di voi non hanno mai conosciuto l’Amore di Dio -. Come fare a sapere se noi abbiamo conosciuto l’Amore di Dio? Basta chiedersi che posto ha Dio nel nostro cuore. E come facciamo a sapere che posto ha Dio nel nostro cuore? Basta guardare quali sono i desideri profondi del nostro cuore. Infatti la Madonna dice: ”Con cuore aperto domandatevi sinceramente se desiderate il Dio Vivente o volete metterLo da parte e vivere secondo il vostro volere”.
Cioè la Madonna ci dice: “guardate nel vostro cuore, c’è nel vostro cuore il desiderio di Dio? il desiderio di amarLo?” Dice Gesù: “chi Mi ama, osserva i miei Comandamenti”. Quindi è l’osservanza dei Comandamenti, è il compimento della volontà di Dio la misura dell’autentico amore, e allora guardate se voi desiderate il Dio Vivente, guardate se desiderate veramente fare la Sua volontà, desiderate seguirLo, oppure invece seguite i desideri della vostra carne. Quali sono i desideri che portano al peccato? La Madonna ribadisce nel messaggio a Mirjiana il medesimo concetto che ha ribadito nel messaggio del 25 maggio e cioè di fatto noi che abbiamo risposto alla chiamata non mettiamo la Volontà di Dio, la Santità di Dio, i Comandamenti di Dio e l’Amore per Dio al primo posto.
Poi la Madonna ci invita: “guardatevi intorno”. Già in tanti altri messaggi la Madonna ci ha invitato a guardarci intorno e ogni volta ci ha detto: “guardate quanto abbonda il peccato!”
Una volta nei primi tempi delle Apparizioni, quando la Madonna chiedeva appunto: la Santa Messa, tre Rosari, l’Adorazione eccetera, quindi praticamente quattro ore di preghiera al giorno, alcuni parrocchiani cominciarono a mormorare. Allora la Madonna disse: “guardatevi intorno e vedete come abbonda il peccato!”.
Anche adesso la Madonna dice: “Guardatevi intorno, figli miei, e osservate dove va il mondo che pensa di fare tutto senza il Padre e che vaga nella tenebra della prova”.
Cioè qui la Madonna richiama un concetto che ha ribadito altre volte riguardo al mondo d’oggi; nel messaggio del gennaio e dell’aprile del 1997 alla Parrocchia, la Madonna disse: “voi volete costruire un mondo senza Dio, perciò non siete contenti e volendo costruire un modo senza Dio non c’è pace, nè futuro, né Vita Eterna!
La Madonna dice: “Guardatevi intorno, figli miei, e osservate dove va il mondo che pensa di fare tutto senza il Padre”, cioè come più volte il Papa ha osservato, ha messo in evidenza, si elimina Dio dalla vita pubblica, dalla vita degli uomini, Lo si confina nel privato, si vive senza Dio.
Al di là dell’impostazione della società, anche privatamente, personalmente, quanti battezzati vivono come se Dio non esistesse! Dio non è entrato nella loro vita! Cioè Dio non ha posto nella loro vita! I Comandamenti di Dio non hanno posto nella loro vita! La Grazia di Dio non ha posto nella loro vita! Cioè Dio è stato estromesso, Gli è stato dato lo sfratto, non solo dal mondo, ma dalla casa che è il cuore dell’uomo, cioè molti uomini hanno dato lo sfratto a Dio dal loro cuore!
E allora la Madonna dice: ”Guardatevi intorno, figli miei, e osservate dove va il mondo che pensa di fare tutto senza il Padre e che vaga nella tenebra della prova”.
Qui la Madonna, è già la terza volta nei messaggi a Mirjiana, che usa la parola – tenebra - prima parla della tenebra della menzogna, parlando del mondo d’oggi dice che è immerso nella tenebra della menzogna; in un’altra occasione, la Madonna ha detto “il mondo vaga nella tenebra della morte”, la morte spirituale! Adesso dice: ”vaga nella tenebra della prova”. Cos’è la prova? Per me ha un significato polivalente. La prova della tentazione, il mondo è tentato da satana che vuole mettere se stesso al posto di Dio. Ma qui la prova sta anche a indicare che chi cade nella tentazione, paga le conseguenze della tentazione in cui è caduto.
Questa è la prova che ha un riferimento, a mio parere, al tempo che è già cominciato, perché il tempo dei dieci segreti è il tempo in cui l’umanità sprofonda sempre più, diciamo così, l’orlo della coppa che trabocca, per usare il linguaggio dell’Apocalisse, trabocca di male, di peccato e quindi con le conseguenze che ci sono per questo.
La Madonna ci invita: “Guardatevi intorno!” Allora la Madonna dice: “Io come faccio a sollevare questo mondo se voi stessi non mettete Dio al primo posto, se voi stessi siete come questo mondo, se il mondo ha conquistato anche i vostri cuori?” Perciò ci dice: ”Io vi offro la luce della Verità e lo Spirito Santo”. Cos’è la Luce della Verità? È Gesù Cristo e la Sua parola, e cos’è lo Spirito Santo? È lo Spirito che ci aiuta a capirla e a viverla, a viverla santamente.
“Io vi offro”, dice la Madonna, quindi è un fortissimo richiamo ad una conversione vera, che cambi il cuore, che cambi la vita, che sia adesione a Cristo, che sia apertura del cuore all’Amore di Dio.
Lo Spirito Santo infatti è l’Amore di Dio diffuso nei nostri cuori, come dice San Paolo.
Quindi il piano della Madonna è come ha detto all’inizio della Sua presenza a Medjugorje: “Sono venuta per risvegliare la Fede”, “Svegliatevi dal sonno stanco delle vostre anime”. “Sono con voi secondo il piano di Dio”, è venuta qui per svegliarci per scrollarci nella Fede, “per aiutarvi perché nei vostri cuori vinca Mio Figlio, la Sua Croce e Resurrezione.”
Quindi la conversione è la chiamata alla Santità, Gesù Cristo è il primo obiettivo per cui la Madonna è qui. Solo così la Madonna può vincere la battaglia contro Satana che vuole nel medesimo tempo far calare l’inferno sulla terra e portare all’inferno il maggior numero di anime.
E conclude dicendo: Come Madre desidero e prego per la vostra unione con mio Figlio e con la sua opera”. La Madonna è qui come Serva del Signore, per condurci tutti a Cristo, ma non come tralci secchi, ma come tralci vivi che magari sono anche potati, perché Dio dà molto frutto. È qui, cari amici, perché il nostro cuore sia ricolmo di Grazia e di Santità, perché siamo membra vive del Corpo Mistico di Cristo, siamo autentici seguaci di Gesù Cristo e siamo il sale della terra e la luce del mondo.
“Io sono qui, decidetevi! Vi ringrazio!” Quante volte la Madonna ha usato questa parola – decidetevi, - perché non ci si decide: “decidetevi per la Santità, decidetevi per la conversione, decidetevi per il Paradiso”, e ha detto: “Io nella mia umiltà, mi inginocchio davanti alla vostra libertà”.
Decidiamoci, cari amici, e cosa vuol dire decidiamoci; Lo ha detto anche nel messaggio del 25 maggio: “Lasciate il peccato e decidetevi, figlioli, per la Santità”, ed aveva aggiunto: ”soltanto così posso aiutarvi, esaudire le vostre preghiere e intercedere davanti a Dio!”
Allora, chi non si fosse ancora confessato lo faccia, perché fra il tempo Pasquale e la Pentecoste, c’è questo tempo di grazia speciale per risorgere a vita nuova: la vita della Grazia, la vita della Santità.
Non rimandiamo, cari amici, ma decidiamoci!
Trascrizione dall’originale audio ricavata dal sito: www.medjugorjeliguria.it

3 commenti:

giuseppe ha detto...

Questa volta non possiamo più nasconderci dicendoci che il messaggio è diretto ad altri; la Madonna ci dice chiaramente che è diretto a noi.

Rosita ha detto...

è vero
io ho molta fede ma nelle condizioni di vita di ognuno come si fa a sapere se stiamo facendo il volere del Padre??
oltre gli insegnamenti preposti, in noi.....

Salvatore ha detto...

E' vero che la vita di oggi offre molte tentazioni, prove, occasioni di non vivere santamente, ma penso che - parafrasando le parole della Madonna, dobbiamo:
- guardare nei nostri cuori con sincerità e profondamente, constatando se vogliamo e stiamo impegnandosi seriamente;
- subito di seguito e come riprova, se abbiamo messo "Dio al primo posto" nella nostra giornata, nella nostra vita
- una cartina al tornasole è senz'altro l'osservanza dei comandamenti, ossia della Legge di Dio;
- guardandoci intorno, seguiamo Cristo o piuttosto seguiamo quello che il mondo segue; ricordiamoci che "siamo nel mondo, ma non del mondo";

La Madonna, come Gesù, però non ci abbandona, ma ci da un forte richiamo: "DECIDETEVI!"

Salvatore