Drop Down MenusCSS Drop Down MenuPure CSS Dropdown Menu

Richiesta di preghiere

* * * * *

Per la Richiesta di Preghiere è possibile da oggi utilizzare il MODULO che si trova qui a sinistra.

Le intenzioni saranno oggetto della preghiera comunitaria durante l'incontro del
Gruppo di Preghiera Regina della Pace ogni Giovedì.

* * * * *

lunedì 30 maggio 2011

Messaggio a Ivan del 27 maggio 2011 alla Croce Blu alle ore 22:00

Carissimi, ecco quanto Krizan ci ha comunicato sull'apparizione avuta da Ivan il Venerdì 27 Maggio 2011 alla Croce blu alle ore 22:00. Ecco le parole di Ivan:

«Stasera la Madonna è venuta a noi molto gioiosa e felice ed all'inizio, come sempre, ci ha salutato col suo materno saluto: "Sia lodato Gesù, cari figli miei!". Poi la Madonna ha steso le mani e ha pregato qui su tutti voi un tempo più lungo. Poi ha pregato in modo particolare su di voi malati presenti ed in modo particolare ha benedetto tutti noi e tutto ciò che abbiamo portato per la benedizione, ci ha benedetti con la sua benedizione materna. Dopo questo la Madonna ha detto:

"Cari figli, oggi desidero invitarvi: vivete i messaggi che vi sto dando, affinché possa darvi nuovi messaggi. Grazie, cari figli, per aver risposto alla mia chiamata".

Poi la Madonna ha pregato un tempo particolarmente per la conversione dei peccatori. Poi ho raccomandato in modo particolare tutti noi, tutti i nostri bisogni, le nostre intenzioni, le nostre famiglie ed in modo particolare tutti voi malati presenti. Poi la Madonna ha continuato a pregare qui su tutti noi e più tardi se n'è andata in questa preghiera nel segno della luce e della croce col saluto: "Andate in pace, cari figli miei!".

Ancora una volta desidero sottolineare ciò che è più importante dell'incontro di stasera: la Madre ci invita a vivere i suoi messaggi, affinché possa darci nuovi messaggi e guidarci attraverso di essi».


PS: ero presente anche io, nel mio pellegrinaggio dal 25 al 29 maggio col Gruppo di Preghiera Regina della Pace di Bologna.

Video Intervista a P. Livio e Vicka RAI 2 - 28 maggio 2011


Intervista a Padre Livio e Vicka su RAI 2 il 28 Maggio 2011 ore 23:50 - Trasmissione su Medjugorje.



Fonte: Radio Maria

Video Apparizione a Marija e Jacov ( vecchio video privo di audio)


Vecchio video privo di audio , di una Apparizione della Regina della Pace ai veggenti Jacov e Marija.



Fonte: Radio Maria

Video Commento di P. Livio al Messaggio del 25 maggio 2011


Commento di P. Livio al Messaggio del 25 maggio 2011 di Medjugorje



Fonte: Radio Maria

Video Marija Pavlovic legge il Messaggio 25 maggio 2011 a RADIO MARIA


La veggente Marija Pavlovic legge a Radio Maria il Messaggio che ha ricevuto il 25 maggio 2011 dalla Madonna.



Fonte: Radio Maria

Messaggio del 25 maggio 2011

"Cari figli, la mia preghiera oggi è per tutti voi che cercate la grazia della conversione. Bussate alla porta del mio cuore ma senza speranza e senza preghiera, nel peccato e senza il sacramento della riconciliazione con Dio. Lasciate il peccato e decidetevi figlioli, per la santità. Soltanto così posso aiutarvi, esaudire le vostre preghiere e intercedere davanti all’Altissimo. Grazie per aver risposto alla mia chiamata."

Ascolta la lettura del messaggio


Fonte: Regina Mundi

Commento al messaggio del 25 maggio di Padre Livio di Radio Maria

Come vedete, il messaggio è uno di quelli che ci scuote anche se la Madonna si rivolge a noi con la sua dolcezza, la sua grazia, la sua delicatezza e la sua gentilezza. Quindi la Madonna alterna messaggi di incoraggiamento, di approvazione e di esortazione a messaggi di ammonimento. Ora qui siamo proprio all’ammonimento. Quando la Madonna ammonisce usa di solito parole ben più forti, però la Madonna ci dice che in pratica non abbiamo ancora capito che cos’è la conversione. La Madonna ha detto che il messaggio più importante che dà a Medjugorje è quello della conversione.
Cos’è la conversione? Per la Madonna la conversione è il cambiamento radicale di vita, per cui uno taglia i legami col male, taglia i legami col peccato, si pente e si duole di tutto cuore per i peccati che ha commesso e per aver offeso Dio infinitamente buono e degno di essere amato, per avere meritato l’inferno, per essere stato irriconoscente e anche per aver tradito l’Amore di Dio.
Allora “senza questo dolore del peccato, senza la decisione di tagliare i legami del male” non c’è conversione. Esaminiamo la parola decisione. La Madonna ha usato la parola “decidersi” parecchie volte e cioè: “decidetevi per Dio”, “decidetevi per la Santità”, “decidetevi per la conversione”, sono Sue espressioni. La decisione implica sempre un tagliare, infatti decidere vuol dire tagliare, tagliare “il bosco ceduo”, il bosco che può essere tagliato. Cosa bisogna tagliare? Con la buona volontà, con “l’accetta” della buona volontà, bisogna tagliare i nostri legami col male! Tagliare la testa alle passioni, ai serpenti delle passioni che sono i sette vizi capitali che noi conosciamo molto bene, che ci inducono al peccato, nutrendo i quali, noi diventiamo prigionieri del male.
Allora la Madonna dice: “è inutile che voi veniate qui”. Dobbiamo fare anche un esame di coscienza verso i pellegrinaggi che facciamo a Medjugorje, perché a volte noi facciamo la conta dei pellegrinaggi che abbiamo fatto. Alcuni sono andati a Medjugorje duecento volte, cento volte, cinquanta volte, tre volte, ma i frutti dove sono? Cioè, sei stato a Medjugorje cinquanta volte e continui a vivere nel peccato mortale!
E cos’è il peccato mortale? E’ andare contro in materia grave, in piena avvertenza e deliberato consenso ai dieci comandamenti. Gesù ha detto: “se vuoi entrare nella Vita Eterna, osserva i Comandamenti”, non li ha citati tutti, quelli più importanti, però, quelli in cui cadiamo più facilmente. Quindi la Madonna dice: “è inutile che voi veniate qui a Medjugorje, facendo i pellegrinaggi, a dire i rosari, le preghiere. Fate le devozioni, dite i sette Pater Ave Gloria, la Coroncina della Divina Misericordia, poi mi chiedete la conversione, ma non con la volontà di cambiare vita!” Così, con una velleità, un’aspirazione impalpabile chiediamo la conversione, “senza speranza, senza preghiera, rimanendo nel peccato”.
Qui, cari amici, ovviamente la Madonna sta fotografando una buona parte di noi che si considera fra quelli che hanno risposto alla chiamata, ma che in realtà non ha cambiato vita. Come si fa a cambiar vita? Come avviene la conversione? La conversione avviene certamente per Grazia, ma una Grazia che diventa operativa nella misura in cui la nostra volontà la fa propria e quindi mette nel mirino i legami del male, i peccati mortali che noi commettiamo. Li mette nel mirino e poi decide, li taglia con un colpo d’accetta, decide di non commetterli più! Questo è fondamentale, cioè i legami col peccato ci tengono al palo! Non si va avanti nel cammino spirituale, rimaniamo sempre lì nella palude del male. Possiamo anche dire centomila rosari, ma se poi non avviene la decisione di cambiare vita, sono tutti inutili! Ma è veramente straordinario come la Madonna ha messo il dito sulla piaga: “bussate alla porta del mio Cuore, ma senza speranza”, cioè come se vi foste arresi al male! “senza preghiera”, perché senza preghiera? Come si può pregare senza preghiera? Si prega senza preghiera, quando noi chiediamo alla Madonna le grazie, chiediamo alla Madonna anche di migliorare, ma senza che nel nostro cuore si manifesti la volontà di uscire dalle paludi del peccato e di staccare, di tagliare i nostri legami col male! Allora questa è la preghiera senza preghiera, cioè una preghiera fatta con le labbra, ma non col cuore! E’ una preghiera nella quale il cuore rimane chiuso, rimane prigioniero del male, è una preghiera che non arriva da nessuna parte, e, questo è un passaggio fondamentale, La Madonna ci dice appunto che la conversione è vera e tale se: “noi decidiamo di lasciare il peccato”.
Poi tutto questo si deve concretizzare nel Sacramento della Riconciliazione.
In genere la Madonna l’ha chiamato Confessione, stavolta l’ha chiamato Sacramento della Riconciliazione con Dio. La conversione si deve concretizzare nel Sacramento della Riconciliazione, nella quale noi esprimiamo il dolore dei peccati, il proponimento di non commetterli più. Li confessiamo, cioè li presentiamo alla Divina Misericordia e riceviamo dal Sacerdote, che rappresenta Gesù Cristo, l’assoluzione dal peccato e così iniziamo una vita nuova, una vita santa, una vita dove appunto abbiamo sgombrato dal cuore le macerie del male e del peccato, abbiamo fatto la pulizia e nel cuore puro è venuta ad abitare la Santissima Trinità. Quindi La Madonna prega.
La cosa che mi ha colpito è che le nostre preghiere non sono state esaudite, perché noi preghiamo in stato di peccato mortale. Allora l’unica preghiera che viene ascoltata in quel momento è quella che noi preghiamo veramente col cuore per la conversione, ma, se non ci convertiamo e non lasciamo il peccato, la Madonna non può esaudire le nostre preghiere davanti all’Altissimo, perché, se la Madonna esaudisse tutte le preghiere, tutte le richieste di grazie quando siamo nel peccato, sarebbe come confermare la vita nel peccato. E invece no, quando si è nel peccato, la Grazia che la Madonna ci dà è quella della conversione. Dopo che siamo convertiti, ci dà tutte le altre grazie anche di carattere temporale, perché, se ce le desse prima, noi rimarremmo sempre lì nel peccato! Ecco questa parte ultima del messaggio, bellissima: “soltanto così - soltanto se avete deciso per la santità - posso aiutarvi, esaudire le vostre preghiere e intercedere davanti all’Altissimo.
Grazie per aver risposto alla mia chiamata”.
Siamo ancora nel tempo Pasquale, nel tempo giusto per adempiere al Precetto minimale di confessarsi almeno una volta all’anno. Facciamo l’esame di coscienza, vediamo se nella nostra vita c’è qualche legame col male che va tagliato e tagliamolo, non aspettiamo domani. Mai rimandare a domani, perché da qua a domani il demonio è già riuscito a farci cambiare parere e a rimetterci di nuovo nella situazione in cui siamo senza speranza e senza volontà di decidere.
Questo messaggio attende delle risposte, naturalmente!
Trascrizione dall’originale audio ricavata dal sito: www.medjugorjeliguria.it

martedì 24 maggio 2011

Lei penserà a tutto

"Lasciamoci guidare; siate calme, calme... Lasciamoci condurre da Maria, lei penserà a tutto. È lei che provvederà a tutti i nostri bisogni dell'anima e dei corpi, affidiamole ogni difficoltà, ogni pena e abbiamo fiducia, che Maria penserà a noi, meglio di noi."

Madre Teresa

lunedì 23 maggio 2011

Video Marija Pavlovic a Venezia il 22 Maggio 2011


Breve estratto della testimonianza della veggente di Medjugorje Marija Pavlovic a Venezia nella Chiesa di San Francesco della Vigna.



Fonte: Radio Maria

Video Video Apparizione a Marija a Ossana (Trento) il 20 maggio 2011


Video della Apparizione della Regina della Pace alla veggente Marija Pavlovic il 20 Maggio 2011 a Ossana (TRENTO)



Fonte: Radio Maria

sabato 21 maggio 2011

Apparizione straordinaria sul Podbrdo a Medjugorje il 20 maggio 2011 alle ore 22:00

“Cari figli, oggi più che mai desidero invitarvi alla preghiera. Cari figli, satana desidera distruggere le famiglie di oggi, perciò desidero invitarvi al rinnovamento della preghiera famigliare. Pregate, cari figli, nelle famiglie, con i vostri figli, non permettete l’accesso a satana. Grazie, cari figli, perché anche oggi avete risposto alla mia chiamata”.

Poi la Madonna ha pregato un tempo lungo su tutti noi qui con le mani distese, ha pregato per i malati presenti, ci ha benedetti con la sua benedizione materna e ha benedetto tutto quello che abbiamo portato per la benedizione. Poi la Madonna ha pregato un tempo lungo in modo speciale per la pace, la pace nel mondo. Poi Ivan ha raccomandato tutti noi, i nostri bisogni, le nostre intenzioni, le nostre famiglie, in particolare tutti i malati. Poi la Madonna ha continuato a pregare su tutti noi ed in questa preghiera se n’è andata nel segno della luce e della croce col saluto: “Andate in pace, cari figli miei!”.

domenica 15 maggio 2011

martedì 10 maggio 2011

Video Apparizione a Marija 8 maggio 2011 a Manerbio (BS)


Video della Apparizione della Madonna alla veggente Marija Pavlovic a Manerbio (BS) l'8 maggio 2011.



Fonte: Radio Maria

giovedì 5 maggio 2011

Video Testimonianza di Ivanka - 29 aprile 2011


Prima parte della testimonianza della veggente Ivanka a Medjugorje a fine aprile 2011.




Seconda parte della testimonianza della veggente Ivanka a Medjugorje a fine aprile 2011.




Fonte: Radio Maria

Video MARIJA PAVLOVIC - testimonianza 25 aprile 2011


Prima parte della testimonianza della veggente Marija Pavlovic a Medjugorje a fine Aprile 2011.



Seconda parte della testimonianza della veggente Marija Pavlovic a Medjugorje a fine Aprile 2011.



Fonte: Radio Maria

Video Apparizione a Mirjana del 2 maggio 2011


Video della Apparizione della Madonna a Mirjana il 2 Maggio 2011 a Medjugorje alla " Croce Blu.



Fonte: Radio Maria

martedì 3 maggio 2011

lunedì 2 maggio 2011

Messaggio a Mirjana del 2 maggio 2011

“Cari figli, Dio Padre mi manda affinché vi mostri la via della salvezza, perché Egli, figli miei, desidera salvarvi e non condannarvi. Perciò io come Madre vi raduno attorno a me, perché col mio materno amore desidero aiutarvi a liberarvi dalla sporcizia del passato, a ricominciare a vivere e a vivere diversamente. Vi invito a risorgere in mio Figlio. Con la confessione dei peccati rinunciate a tutto ciò che vi ha allontanato da mio Figlio ed ha reso la vostra vita vuota e infruttuosa. Dite col cuore “sì” al Padre ed incamminatevi sulla strada della salvezza su cui Egli vi chiama per mezzo dello Spirito Santo. Vi ringrazio! Io prego particolarmente per i pastori, perché Dio li aiuti ad essere accanto a voi con tutto il cuore".

Ascolta la lettura del messaggio


Commento di Padre Livio al messaggio del 2 maggio 2011


Questo messaggio è particolare perché ha una dimensione Trinitaria, come spesso accade nei messaggi dati dalla Regina della Pace attraverso la veggente Mirjiana.
All'inizio del messaggio c'è la figura del Padre, ed è un messaggio Trinitario e Pasquale nel medesimo tempo, in quanto la Madonna ci invita a risorgere nel Figlio, già nella prospettiva del tempo che porta alla Pentecoste; al termine del messaggio infatti c'è il richiamo allo Spirito Santo. Allora, come vedete, un messaggio di grande ampiezza teologica, Trinitario e Pasquale, nel medesimo tempo, improntato al tempo liturgico in cui ci troviamo.
In questo quadro vediamo i singoli passaggi: “Cari figli, Dio Padre mi manda”, e questa non è la prima volta che la Madonna dice di essere l'inviata dell'Onnipotente. Lei è l'Ancella del Signore, Lei è al servizio del Signore. È Dio che La manda per radunare le persone intorno al Figlio e per mezzo dello Spirito Santo, che bussa alla porta dei cuori. “Mi manda”– attenzione - “affinché vi mostri la via della salvezza, perché Egli, figli miei, desidera salvarvi e non condannarvi”.
Quindi il motivo delle Apparizioni Mariane è quello di aiutare la Chiesa e tutti noi a far sì che si realizzi l'opera della salvezza. Prima di tutto la salvezza eterna delle anime e quindi il raggiungimento della meta del Paradiso, ma c'è anche un orizzonte temporale, nel senso proprio di aprire la strada del futuro nella speranza. Come aveva già detto la Madonna: “se accoglierete il Re della Pace, questo secolo, sarà un secolo di prosperità e di pace”.
La Madonna è inviata qui sulla terra da Dio Padre per indicarci la via della salvezza, la salvezza della propria anima. Chi ha detto: “Io sono la Via?” È Gesù Cristo! Perché “Dio Padre desidera salvarvi e non condannarvi”.
Quindi la Madonna ribadisce la volontà salvifica di Dio, come ci insegna San Paolo, Dio vuole che tutti gli uomini siano salvi e giungano alla conoscenza della verità, come ha detto Gesù:“non per condannare, ma per salvare”.
La Madonna mette a fuoco la Sua missione all'interno dell'opera della Redenzione e poi continua dicendo: “Perciò io come Madre vi raduno attorno a me, perché col mio materno amore desidero aiutarvi a liberarvi dalla sporcizia del passato, a ricominciare a vivere e a vivere diversamente”. Dunque, la Madonna chiarisce la Sua personale missione che Le è stata affidata dal Padre che è quella di radunarci attorno a Leie questo avviene soprattutto con l'accoglienza dei Suoi messaggi e attraverso l'accoglienza, direi, come Madre, “perciò io come Madre vi raduno attorno a Me”.
Perché la Madonna ci raduna attorno a Lei? Per accompagnarci nel cammino di conversione:“perché col mio materno Amore, desidero aiutarvi a liberarvi della sporcizia del passato”La Madonna dunque viene per aiutarci a convertirci e lo fa col Suo Amore materno, con la Sua presenza quotidiana, con la Sua dolcezza, con la Sua tenerezza, col Suo intervento, con la Sua intercessione per ottenerci grazie di conversione. La Madonna ribadisce che è qui per invitarci alla conversione, per riportarci a Suo Figlio: “perciò come Madre vi raduno intorno a me, perché col mio materno Amore desidero aiutarvi”, quindi la parola aiutarvi significa che ci deve essere anche la nostra buona volontà, cioè la Madonna ci prende per mano, ci aiuta a risollevarci, però noi dobbiamo fare lo sforzo di risollevarci. Cosa vuol dire risollevarci? Cosa vuol dire convertirci? La Madonna è molto precisa:“liberarvi della sporcizia del passato”, liberarci dalle catene del peccato!
È qui per lavarci, per purificarci, per rialzarci e per ricominciare a vivere, perché quando siamo nel peccato mortale siamo morti, siamo come rami secchi, come tralci secchi di cui parla Gesù nel capitolo 15 di Giovanni, nella parabola del “tralcio della vite”, e la Madonna è qui per liberarci dalla sporcizia del passato: “perché  ricominciamo a vivere”, ma a vivere diversamente da prima.
Come vedete, la Madonna ci chiama ad una nuova vita, a una nuova nascita e poi lo specifica: “Vi invito a risorgere in mio Figlio” cioè, alla fine dei tempi avremo anche noi la resurrezione della carne, ma prima è necessaria la resurrezione dell'anima. Questo avvieneattraverso la conversione.
La Madonna conosce i precetti della Chiesa, sa che uno dei precetti della Chiesa è proprio laConfessione almeno una volta all'anno nel tempo Pasquale, cioè in quel tempo che va dalla settimana della Pasqua fino alla Pentecoste, il tempo in cui adempiere il precetto di almeno la confessione una volta all'anno. Perciò, ci dice la Madonna: “Con la confessione dei peccati rinunciate a tutto ciò che vi ha allontanato da mio Figlio ed ha reso la vostra vita vuota e infruttuosa”, la Madonna specifica che il cammino di conversione, che significa liberarci dal male, dalla sporcizia del passato, che significa vivere una vita nuova e che significa risorgere in Gesù Cristo, si concretizza, questo cammino, con la confessione dei peccati. Attenzione, però, che la confessione dei peccati comporta la rinuncia “a tutto ciò che vi ha allontanato da Mio Figlio”, cioè al peccato, e che ha reso la vostra vita vuota e infruttuosa.
Qui la Madonna ribadisce quella che è una verità del Catechismo e che comunque è evangelica, cioè che quando si è in peccato mortale si è rami secchi e nulla di ciò che facciamo fruttifica per la Vita Eterna! Per cui la vita è vuota e infruttuosa, come dice Gesù:“un ramo staccato dalla vite è secco e non serve altro che ad essere preso e gettato nel fuoco per essere bruciato”.
Quindi si tratta di risorgere mediante la rinuncia al peccato e mediante la vita della Grazia, che è la vera vita.
Nell’ultima parte del messaggio, ancora una volta, la Madonna rievoca il Suo “” con il quale ha detto “io sono l'Ancella del Signore” - “Dite col cuore “sì” al Padre” che mi manda in mezzo a voi, vi chiamo su Suo mandato -, la Madonna è qui a chiamarci in nome del Padre, perché seguiamo il Figlio, la Madonna ci dice - dite col cuore, non con la bocca, col cuore al Padre “sì” -, “ed incamminatevi sulla strada della salvezza”, salvezza eterna dell'anima,“su cui Egli vi chiama per mezzo dello Spirito Santo”, perché la voce del Padre che noi ascoltiamo attraverso l'invito di Maria a risorgere a vita nuova, questa voce è accompagnata dalle ispirazioni, dalle illuminazioni e dai “gemiti dello Spirito Santo”, come li chiama San Paolo.
La Madonna ringrazia e ancora una volta sottolinea che Lei prega per i Pastori, perché ci siano accanto con tutto il cuore. La Madonna ha detto in un recente messaggio che Lei trionferà con i Suoi Pastori.
Messaggio che è uno straordinario affresco Cristologico e Trinitario, ma che traccia un magnifico cammino spirituale, che è un invito anche a valorizzare questo tempo Pasquale, per una rinascita della vita cristiana!

Fonte: “ Trascrizione dall’originale audio ricavata dal sito: www.medjugorjeliguria.it “