sabato 31 gennaio 2015

Commento di Padre Livio di Radio Maria al messaggio del 25 gennaio 2015

"Cari figli, anche oggi vi invito: vivete nella preghiera la vostra vocazione.

Adesso, come mai prima, Satana desidera soffocare con il suo vento contagioso dell’odio e dell’inquietudine l’uomo e la sua anima. In tanti cuori non c’è gioia, perché non c’è Dio né la preghiera. L’odio e la guerra crescono di giorno in giorno. Vi invito, figlioli, iniziate di nuovo con entusiasmo il cammino della santità e dell’amore, perché io sono venuta in mezzo a voi per questo. Siamo insieme amore e perdono per tutti coloro che sanno e vogliono amare soltanto con l’amore umano e non con quell’immenso amore di Dio al quale Dio vi invita. Figlioli, la speranza in un domani migliore sia sempre nel vostro cuore. Grazie per aver risposto alla mia chiamata."

Commento di Padre Livio di Radio Maria al messaggio del 25 gennaio 2015

Ogni frase di questo messaggio è un capolavoro, è da incidere a caratteri indelebili nel cuore.

Il senso del messaggio è molto chiaro: la Madonna vede diffondersi nel mondo” il vento contagioso dell'odio e dell'inquietudine”, cioè non aver pace, satana vuole uccidere l'uomo, vuole “soffocare l'uomo e la sua anima” vuol portare il mondo alla distruzione, è l'omicida fin dal principio, ci presenta la mela, la mela è la guerra, in questo caso la soluzione dei problemi e con questo ci avvelena e ci uccide, l'odio e la guerra sono il veleno del serpente antico.

Questa frase ricorda quello che la Madonna aveva detto dopo l'undici settembre, quando il 25 settembre del 2001 disse: “satana vuole l'odio, satana vuole la guerra, voi portate la pace in ogni cuore”.

Il senso globale del messaggio è chiaro: nel mondo l'odio, la guerra e le inquietudine crescono di giorno in giorno, ma “voi fermate tutto questo riprendendo con entusiasmo il vostro cammino della santità e dell'amore”, vincendo il male col bene, opponendo all’odio, all’inquietudine e alla guerra l'amore, la mitezza e la pace e non perdete la speranza in un domani migliore”.

Questo è il messaggio con la sua bellezza straordinaria.

Il primo gennaio del 2001 la Madonna ha detto “ora che satana è sciolto dalle catene vi invito a consacratevi al mio Cuore e al Cuore di mio Figlio Gesù”.

Satana entra nei cuori con l'odio, con l'inquietudine, con la vendetta, poi con quello che sappiamo, non c'è bisogno di dirlo! Quindi questa è la descrizione della realtà.

Però in questo messaggio la Madonna ha fatto precedere l'invito alla preghiera e dice “vivete nella preghiera la vostra vocazione”.

Adesso, come mai prima, satana desidera soffocare con il suo vento contagioso”, un contagio, una pandemia, “dell’odio e dell’inquietudine l’uomo e la sua anima”, cioè ci vuole distruggere!

Poi, ecco questa frase, che è una fotografia che soltanto dal Cielo si può fare: “In tanti cuori non c’è gioia perché non c’è Dio né la preghiera”, cioè noi, alla fin fine, cerchiamo la gioia e la pace senza Dio e senza preghiera, ma in questo modo troviamo non la pace, ma la falsa pace, non la gioia, ma la falsa gioia. Noi dobbiamo opporre cuori dove c'è la gioia perché c'è Dio e la preghiera.

Il tempo dei segreti è questo tempo in cui “l’odio e la guerra crescono di giorno in giorno”, la Madonna dall'alto vede sempre questo binomio, odio e guerra, come aveva già detto nel 2001: “satana vuole l'odio, satana vuole la guerra”, cioè la guerra è frutto dell'odio. Odio teologico, gelosie, invidie, cattiverie, rapacità, cupidigia, superbia.

La Madonna è qui perché noi disinneschiamo la bomba dell'odio che porterà alla guerra e può distruggere il mondo.

Nella prima parte del messaggio l'apertura e l'invito alla preghiera e poi la Madonna dice che l'impero delle tenebre sta cercando di conquistare il mondo, dobbiamo svegliarci, proprio perché satana è sciolto dalle catene e diffonde l'odio e la guerra e vuol distruggere non solo la natura e la vita, ma anche il pianeta sul quale viviamo,

Vi invito, figlioli, iniziate di nuovo con entusiasmo il cammino della santità e dell’amore”, per opporre al piano distruttivo di satana il piano della Madonna, dell'amore e della pace per il quale dobbiamo sempre coltivare la speranza con entusiasmo, perché io sono venuta in mezzo a voi per questo”, è qui per opporre la via dell'amore alle ondate distruttive dell'odio.

Noi, dice la Madonna, “siamo insieme amore e perdono”, quindi amore e perdono sono i connotati dell'amore soprannaturale” perdono per tutti coloro che sanno e vogliono amare soltanto con l’amore umano”.

L'amore umano, l'amore di quei cuori dove non c'è Dio non c’è preghiera, è amore egoistico, c’è l’egoismo dei singoli, delle famiglie e delle nazioni, è amore carnale, pensa ai propri interessi personali, di gruppi e quindi diventa cupidigia, diventa prepotenza, diventa avidità, diventa odio, diventa intolleranza.

A questo amore egoistico dobbiamo opporre l'Amore Sovrannaturale, “quell'immenso Amore di Dio al quale Dio vi invita!”

Questi sono i termini della battaglia, l'odio e la guerra, l'amore, la pace, il perdono.

Da una parte i cuori dove satana inietta il veleno dell'odio e della guerra, della prepotenza, della superbia, ecc.., dall'altra i cuori dove abita Dio e dove c’è l'amore, il perdono e la pace. Questi sono gli schieramenti.

E voi direte, “ma come si fa, sono così tanti, loro sono armati e poi qua, e poi là”. La Madonna ha detto che “con la preghiera e il digiuno potete vincere le guerre per quanto violente esse siano”.

Si partecipa a questa battaglia riprendendo “con entusiasmo il cammino della santità e dell’amore”, del perdono, della conversione e si vince questa battaglia perseverando su questa strada.

Figlioli, la speranza in un domani migliore sia sempre nel vostro cuore”. “Grazie per aver risposto alla mia chiamata.

La Madonna ci ha detto fin dall'inizio che c'è una grande battaglia fra satana e Suo Figlio, Suo Figlio vincerà questa battaglia e Lei è qui per aiutarci a vincere questa battaglia, ma anche satana avrà la sua parte. Qual è la parte di satana? Sono quelli nel cui cuore non c'è né Dio né la preghiera, ma c'è l'odio e la guerra.

Questo è il quadro nel quale ci muoviamo e dove la Madonna ci dà tre inviti perché non ci scoraggiamo: vivete nella preghiera la vostra vocazione” e poi “iniziate di nuovo con entusiasmo il cammino della santità e dell’amore” ed inoltre “siamo insieme amore e perdono”, l'Amore di Dio per aiutare tutti coloro che sono vittime dell'odio e della durezza di cuore, del cinismo, dell'indifferenza a uscire fuori da questa trappola satanica.

Fonte: “Trascrizione dall’originale audio ricavata dal sito: www.medjugorjeliguria.it

giovedì 29 gennaio 2015

Commento al messaggio da Medjugorje del 25 gennaio 2015

La veggente Marija Pavlovic Lunetti a Radio Maria:

 

"Cari figli! Anche oggi vi invito: vivete nella preghiera la vostra vocazione. Adesso, come mai prima, Satana desidera soffocare con il suo vento contagioso dell’odio e dell’inquietudine l’uomo e la sua anima. In tanti cuori non c’è gioia perché non c’è Dio ne la preghiera. L’odio e la guerra crescono di giorno in giorno. Vi invito, figlioli, iniziate di nuovo con entusiasmo il cammino della santità e dell’amore perché io sono venuta in mezzo a voi per questo. Siamo insieme amore e perdono per tutti coloro che sanno e vogliono amare soltanto con l’amore umano e non con quell’immenso amore di Dio al quale Dio vi invita. Figlioli, la speranza in un domani migliore sia sempre nel vostro cuore. Grazie per aver risposto alla mia chiamata.”

P. Livio:  Quando ci fu l'attacco alle Torri Gemelle a New York l'11 settembre 2001, nel messaggio del 25 la Madonna disse: “Satana vuole la guerra e l'odio... Testimoniate la pace ad ogni cuore e siate portatori di pace...”. Sembra che la Madonna dica oggi le medesime cose: “L'odio e la guerra crescono di giorno in giorno”. Siamo in una situazione simile ad allora?

Marija: Sì, ma noi siamo chiamati da Lei ad essere amore, perdono, preghiera, speranza in un domani migliore. Anche in questo messaggio la Madonna ci assicura che è con noi, che non ci lascia soli, non ci abbandona, ma ci invita con forza a realizzare il suo progetto di amore, di santità e con uno sguardo sempre più vivo all'eternità.

P. Livio:  La Madonna ci invita a vincere il male col bene, l'odio con l'amore, la guerra con la mitezza e la pace.

Marija: Sì. Siamo creati a immagine di Dio e per questo io credo che noi dobbiamo essere sempre più simili a Lui, che è amore e pace.

P. Livio: La Madonna dice: “La speranza in un domani migliore sia sempre nel vostro cuore.”. Ma a volte siamo scoraggiati perché il mondo sembra andare sempre peggio.

Marija: E’ vero perché intorno a noi vediamo sempre male, inquietudine, guerra, distruzione; invece la Madonna è venuta per darci gioia, amore, entusiasmo. Lei ci dice di essere “amore e perdono per tutti coloro che sanno amare soltanto con l'amore umano e non con l'immenso amore di Dio, al quale Dio ci invita.”. Cioè ci invita a non attaccarci alle cose terrene e piccole, che sono come piccole pietruzze. Lei ci vuole come diamanti, come la cosa a Lei più preziosa.

P. Livio:  La Madonna ci dice di iniziare con nuovo entusiasmo il cammino della santità. E' come se ci fossimo addormentati e la Madonna ci viene a svegliare.

Marija: E’ vero. Questa sera quando è finita l'apparizione, mentre scrivevo il messaggio, mi sono detta: questo messaggio è per me. Ogni volta che la Madonna da' il messaggio, io penso che è per me. Anche noi tante volte siamo stanchi, siamo soffocati dalle cose materiali, dalle cose quotidiane, da piccole cose che ci tolgono il respiro grande di Dio; e la Madonna ci sta ricordando di guardare con l'occhio di Dio... Al momento dell'apparizione nel nostro cuore vorremmo dire alla Madonna: “Prendici, vogliamo essere con Te in Paradiso, vogliamo essere migliori e non quello che siamo, vogliamo essere il tuo riflesso, il riflesso del tuo amore verso Dio”. Quando guardiamo alla Madonna, noi ci sentiamo piccoli. Lei invece respira già l'eternità, respira il grande amore di Dio. Anche Lei è cresciuta durante il cammino terreno e credo che, soprattutto dopo la morte di Gesù, Lei ha vissuto per l'eternità, per il Paradiso, per suo Figlio. Anche noi dobbiamo innamorarci di Gesù così tanto da vivere ogni momento della nostra vita come Lei vuole.

P. Livio:  Negli ultimi messaggi che la Madonna ha dato a te e a Mirjana, Lei sottolinea un aspetto dell'amore che è il perdono. Oggi il perdono è molto importante nelle famiglie e nella vita di tutti i giorni, ma anche nella vita delle nazioni, perché soltanto attraverso il perdono si può fermare l'odio.

Marija: E’ vero. La Madonna sta andando ancora più profondamente in questi messaggi. Non dice solo di pregare, ma ci chiede di superare noi stessi e di guardare con gli occhi di un uomo cresciuto, di un uomo che va verso il cammino di Dio, verso l'eternità. La Madonna insiste anche in questo messaggio per la santità. Uno che abbraccia la santità, abbandona il peccato, comincia a fare un cammino, a cambiare la propria vita, prende un sacerdote come guida spirituale e va avanti. Penso che in tante persone manca questo: non trovano un sacerdote giusto, ma forse perché non c'è volontà di cambiamento, di conversione, di santità. Mi ricordo della mia esperienza con Padre Slavko, quando lui mi ha detto: “Alle cinque di mattina”, io ho detto subito: “Sì, va bene”. Quando trovi un sacerdote che è disponibile, anche tu devi rispondere con serietà a quell’immenso amore di Dio che ti ha scelto, ti ha chiamato.

P. Livio: Padre Slavko era molto occupato e per avere la sua direzione spirituale dovevi alzarti alle cinque di mattina.

Marija: Sì, Padre Slavko è stato un grande sacerdote. La Madonna gli ha detto di stare vicino a noi veggenti e lui ha avuto un cambiamento radicale della sua vita, si è innamorato della Madonna, ha seguito i suoi messaggi e ha cominciato seriamente a lavorare su sé stesso. Oggi io penso con tutto il cuore che Padre Slavko è santo, che è in Paradiso come la Madonna ha detto il giorno dopo la sua morte: “... E' nato al cielo”.

<<< >>>

Marija ha quindi pregato il “Magnificat” e il Gloria.

... e Padre Livio ha concluso con la benedizione.

Marija e P. Livio

Fonte: Medjugorje Oggi

domenica 25 gennaio 2015

Marija Pavlovic comunica da Medjugorje a R. Maria il Messaggio del 25 Gennaio 2015

Messaggio a Marija del 25 gennaio 2015

"Cari figli! Anche oggi vi invito:  vivete nella preghiera la vostra vocazione. Adesso, come mai prima, Satana desidera soffocare con il suo vento contagioso dell’odio e dell’inquietudine l’uomo e la sua anima. In tanti cuori non c’è gioia perché non c’è Dio ne la preghiera. L’odio e la guerra crescono di giorno in giorno. Vi invito, figlioli, iniziate di nuovo con entusiasmo il cammino della santità e dell’amore perché io sono venuta in mezzo a voi per questo. Siamo insieme amore e perdono per tutti coloro che sanno e vogliono amare soltanto con l’amore umano e non con quell’immenso amore di Dio al quale Dio vi invita. Figlioli, la speranza in un domani migliore sia sempre nel vostro cuore. Grazie per aver risposto alla mia chiamata.”