Drop Down MenusCSS Drop Down MenuPure CSS Dropdown Menu

Richiesta di preghiere

* * * * *

Per la Richiesta di Preghiere è possibile da oggi utilizzare il MODULO che si trova qui a sinistra.

Le intenzioni saranno oggetto della preghiera comunitaria durante l'incontro del
Gruppo di Preghiera Regina della Pace ogni Giovedì.

* * * * *

mercoledì 25 febbraio 2009

Video Messaggio del 25 febbraio 2009 con commento Padre Danko

video

Messaggio del 25 febbraio 2009

"Cari figli, in questo tempo di rinuncia, preghiera e penitenza vi invito di nuovo: andate a confessare i vostri peccati affinchè la grazia possa aprire i vostri cuori e permettete che essa vi cambi. Convertitevi, figlioli, apritevi a Dio e al suo piano per ognuno di voi. Grazie per aver risposto alla mia chiamata."


Commento di Padre Danko

In questo giorno di “Mercoledì delle Ceneri” cominciamo la Quaresima, il tempo liturgico intensivo nel quale ci prepariamo alla Pasqua. Nel messaggio di questa sera la Madonna ci fa prendere coscienza che la Quaresima è il tempo della rinuncia, della preghiera e della penitenza. Papa Benedetto XVI° nel messaggio per questa Quaresima 2009 dice: “All’inizio della Quaresima, che costituisce un cammino di più intenso allenamento spirituale, la liturgia ci ripropone tre pratiche penitenziali molto care alla tradizione biblica e cristiana: la preghiera, l’elemosina e il digiuno, per disporci a celebrare meglio la Pasqua e a fare così esperienza della potenza di Dio che, come ascolteremo nella Veglia pasquale, “sconfigge il male, lava le colpe e restituisce l’innocenza ai peccatori, la gioia agli afflitti.
Dissipa l’odio, piega la durezza dei potenti, promuove la concordia e la pace””. Privarsi del cibo materiale che nutre il corpo, facilita un’interiore disposizione ad ascoltare Cristo e a nutrirsi della sua parola di salvezza. Con il digiuno e la preghiera permettiamo a Lui di venire a saziare la fame più profonda che sperimentiamo nel nostro intimo: la fame e la sete di Dio. A ben vedere il digiuno ha come sua ultima finalità di aiutare ciascuno di noi, come scriveva il Servo di Dio Papa Giovanni Paolo II°, a fare di sé dono totale a Dio. Il centro del messaggio della Madonna di questa sera è l’invito alla confessione dei peccati perché in questo modo la grazia apre i nostri cuori e ci cambia. Gesù ha istituito il sacramento della confessione per tutti i membri peccatori della Chiesa, per tutti quelli che cadono nel peccato e perdono la grazia battesimale. La confessione ci apre la possibilità della conversione e il riacquisto della grazia. Così i Padri della Chiesa indicano la confessione come tavola di salvezza dopo aver perso la grazia. La confessione sincera guida sempre alla conversione totale. La conversione è il cambiamento di tutta la vita, di tutte le azioni e di tutti i pensieri. Questo è il cambiamento totale. Questo cambiamento è successo per esempio a San Paolo, a Sant’Agostino, a San Francesco e a tanti altri santi. La conversione ci guida alla rinuncia della vita di peccato e ci indirizza all’apertura totale a Dio, al suo progetto e al suo agire, al quale ci invita la Madonna questa sera. La Quaresima, oltre all’aspetto negativo della rinuncia per esempio al cibo, alcool, fumo, gioco d’azzardo, ha un aspetto positivo che consiste nella decisione che pregheremo di più, perdoneremo, ameremo il prossimo, adoreremo Gesù nel santissimo Sacramento, aiuteremo gli altri. Includiamo questi due aspetti nella nostra vita spirituale per poter veramente vivere l’esperienza della gioia pasquale.

PREGHIERA DI GIOVANNI PAOLO II°: “Vergine Immacolata, concedi la pace, la giustizia e la prosperità ai nostri popoli, poiché tutto quello che abbiamo e che siamo lo affidiamo alle tue cure. Signora e Madre nostra, vogliamo essere completamente tuoi e percorrere con te il cammino di una piena fedeltà a Gesù Cristo nella Chiesa. Tienici sempre amorosamente per mano”.

Il Signore sia con voi. E con il tuo Spirito. Vi benedica Dio onnipotente: Padre, Figlio e Spirito Santo. Amen. Regina della Pace prega per noi.

Padre Danko

Video Messaggio del 25 gennaio 2009 con commento Padre Danko


video

Medjugorje - Le analisi sui veggenti

Grazie a Francesco Carbone, questo bel video

lunedì 23 febbraio 2009

Il Male nel Mondo - Intervista a Padre Livio

Grazie a Vittorio riporto l'intervista a Padre Livio condotta da Don Giovanni D'Ercole sul tema " Il Male nel Mondo" andata in onda su RAI2 nella trasmissione "Sulla Via di Damasco"( segue pure parte 2 e parte 3 nella quale c'è una intervista con Vicka sulla sua visione di Paradiso Purgatorio e Inferno con la Madonna e Jacov)

Parte 1a



Parte 2a



Parte 3a

venerdì 20 febbraio 2009

Ivan Apparizione a New Orleans 22 Novembre 2008

Come certamente sapete Ivan vive negli Stati Uniti.
Grazie a Vittorio un video di una apparizione avvenuta in quello stato.


mercoledì 18 febbraio 2009

18 febbraio, nevicata a Medjugorje




Alcune foto della nevicata di oggi a Medjugorje:














Fonte: http://www.medjugorje-bz.org/

lunedì 2 febbraio 2009

Messaggio a Mirjana del 2 febbraio 2009

"Cari figli, oggi con cuore materno desidero ricordarvi, cioè avvertirvi dell’immenso amore di Dio e della pazienza che scaturisce da esso. Il Padre vostro mi manda e attende. Attende i vostri cuori aperti, pronti per le sue opere. Attende i vostri cuori uniti nell’amore cristiano e nella misericordia, nello spirito di mio Figlio. Non perdete tempo, figli, perché non ne siete padroni. Vi ringrazio."


Il commento al messaggio di Padre Livio di Radio Maria

Ecco come la Regina della Pace con il suo modo di porsi molto soave e molto materno manda un messaggio che, a mio parere, è molto chiaro, cioè ci dice che il Padre Celeste nel suo immenso amore ha avuto tanta pazienza con noi, ha aspettato tanto tempo che i nostri cuori si aprissero ad accogliere i messaggi e si decidessero per compiere le Sue opere, le opere del Padre Celeste che poi sono le opere del Figlio.

Ebbene la Regina della Pace ci ricorda: "non perdete tempo, figli, perché non ne siete padroni". Non si può non pensare al messaggio del 25 gennaio, di una settimana fa, in cui, attraverso la veggente Marjia, la Madonna fa allusione appunto al lungo tempo della sua presenza a Medjugorje: "io sono con voi così a lungo perché siete sulla strada sbagliata" cioè la Madonna cerca di dire: guardate che Dio ha aspettato tanto, ed è stato così infinitamente buono da mandarmi per cosi tanto tempo in mezzo a voi, ma purtroppo non ci sono i frutti sperati.

Infatti cosa ci ricorda la Madonna in questi ultimi messaggi da ottobre fino ad oggi? Sono solo tre mesi, ma mai - che io sappia - la Madonna aveva lanciato dei messaggi così accorati e così preoccupati.

Il 25 ottobre aveva detto di raccomandarsi alle nostre preghiere perché "si fermi il piano di Satana su questa terra, che è ogni giorno più lontana da Dio, e mette se stesso al posto di Dio e distrugge tutto ciò che è bello e buono nell’anima di ognuno di voi" cioè è chiaro che se Satana distrugge tutto ciò che è bello e buono nella nostra anima, e Satana riesce a mettere se stesso al posto di Dio è perché noi glielo permettiamo, noi lo consentiamo, noi lo aiutiamo a fare questo.

Poi il mese dopo, il 25 novembre, la Madonna ci invitava a pregare senza sosta per questo mondo senza pace e senza speranza cioè un mondo dove gli uomini si odiano fra loro e non hanno fiducia nel futuro perché, avendo sperato in se stessi, non sanno in chi sperare.

Poi nel messaggio del 25 Dicembre, Maria, attraverso la veggente Marjia, ci ha detto che senza Gesù non abbiamo futuro: "Oggi vi invito a fermarvi davanti al presepe e a meditare su Gesù, che anche oggi vi do, affinché vi benedica e vi aiuti a comprendere che senza di Lui non avete futuro".

Nel messaggio del 2 gennaio poi, la Madonna ci dice che: "mentre la grande Grazia Celeste si spande su di voi, il vostro cuore rimane duro e senza risposta" e nel messaggio del 25 gennaio ci dice: "Io sono così a lungo con voi perché siete sulla strada sbagliata, soltanto con il mio aiuto, figlioli, aprirete gli occhi" e oggi appunto ci ricorda che non siete padroni del tempo e quindi ci invita a non perdere tempo.

Da tutta questa serie di accorati appelli ed ammonimenti, mi pare di comprendere che la Madonna ci dica: attenzione, siete sulla strada sbagliata, i vostri cuori sono duri, permettete a Satana di prendere il posto di Dio nel mondo, permettete a Satana di distruggere tutto quello che c’è di bello e di buono nel vostro cuore ma ricordatevi che avete poco tempo per cambiare, decidetevi quanto prima! Non aspettate, non rimandate!

Siamo agli appelli estremi, agli ultimi appelli accorati della Regina della Pace. Rileggiamo di nuovo il messaggio per comprendere, alla luce dei messaggi di questi ultimi tre mesi, che siamo entrati nell’appello urgente.

C’è non dico un ultimatum, ma comunque quando la Madonna dice "non perdete tempo, perché non ne siete padroni" mi pare che il linguaggio sia eloquente, anche se la Madonna cerca di non spaventare mai.

"Cari figli, oggi con cuore materno desidero ricordarvi, cioè avvertirvi", dosando bene le parole, vuole ricordarci, ma non solo, vuole ammonirci "dell’immenso amore di Dio e della pazienza che scaturisce da esso". La Madonna ha sempre parlato dell’amore di Dio ma questa è la prima volta che la Madonna ci ricorda che da questo amore scaturisce una pazienza che dura ormai da quasi 28 anni: "Cari figli, oggi con cuore materno desidero ricordarvi, cioè avvertirvi dell’immenso amore di Dio e della pazienza che scaturisce da esso. Il vostro Padre mi manda e aspetta".

La Madonna, come ha già detto in altri messaggi, viene su ordine di Dio per portare i cuori a Cristo, al Figlio Suo, "il vostro Padre mi manda e aspetta", aspetta pazientemente, mosso da un grande amore come il padre della parabola del figliol prodigo che aspetta che il figlio torni a casa; solo che il figlio è tornato a casa, e il problema è noi torniamo a casa o non torniamo? Questo mondo torna a casa o non torna a casa?

Che cosa aspetta il Padre, "aspetta i vostri cuori aperti pronti per le Sue opere", cioè aspetta la conversione.

Le opere di Dio sono la fede, la conversione, la preghiera, la pace, l’amore, "aspetta i vostri cuori uniti nell’amore cristiano", aspetta quindi la nostra conversione, ma anche aspetta una chiesa viva, una chiesa confessante, una chiesa testimoniante, una chiesa unita dall’amore cristiano, una chiesa unita nella "misericordia nello spirito di mio Figlio".

Questo è un punto importante del messaggio, perché le apparizioni della Regina della Pace durate per così tanto tempo, sono certamente una manifestazione della pazienza di Dio, dell’amore di Dio, ma anche della Sua infinita misericordia.

Il fatto che Dio abbia inviato qui la Regina della Pace per così tanto tempo, ci abbia esortati per così tanto tempo, accompagnati per così tanto tempo e pazientato per così tanto tempo, è sicuramente una testimonianza di straordinaria misericordia da parte di Dio verso di noi e la Madonna vuole che anche i nostri cuori siano pieni di questa misericordia.

Di fronte a Satana sciolto dalle catene, di fronte al grande sbandamento spirituale del genere umano, Dio ha deciso di fare misericordia, perché, cari amici, è ovvio che o Dio ci fa misericordia o il mondo finisce!

La Madonna lo ha detto chiaramente nel messaggio di Natale: "senza di Lui non avete futuro". Nel messaggio del 25 aprile 1997, Maria aveva detto che se volete costruire un mondo senza Dio, non c’è né futuro, né gioia, né vita eterna, perché il mondo senza Dio è nelle mani del menzognero e dell’assassino che vuole trasformare il mondo in un inferno.

Siamo in questo quadro globale, in cui Dio vuol farci misericordia perché se non ci facesse misericordia non ci sarebbe assolutamente nessuna possibilità di futuro per l’uomo. Siamo a rischio di autodistruzione ogni giorno, quindi: "aspetta i vostri cuori uniti nell’amore cristiano e nella misericordia nello spirito di mio Figlio", cioè la Madonna prima chiama alla conversione personale, poi vuole preparare la Chiesa unita nell’amore cristiano e nella misericordia perché questa Chiesa unita nell’amore cristiano e nella misericordia, questa chiesa così perseguitata e disprezzata, è l’ancora, l’unica ancora di salvezza di cui il mondo dispone.

Infine un ultimatum: "Non perdete tempo, figli, perché non ne siete padroni".

Questo è il messaggio della Regina della Pace, che si colloca in una serie di messaggi, in questi ultimi mesi in cui si ha l’impressione che Dio ci voglia dire: "attenzione si arriva al dunque!".

Padre Livio

Fonte: http://www.medjugorjeliguria.it/